C'è un dolore immenso che mi pervade tutti i giorni nel momento in cui osservo Matteo spogliarsi e lavarsi. Ogni sua cicatrice è una ferita nel mio animo, è un film che scorre davanti ai miei occhi, ripristinando intense tutte le emzioni terribili vissute allora. Ma insieme al dolore, sgorga dalle mie labbra, inarrestabile e continuo, un grazie, grazie, grazie.

L’associazione è centro d’ascolto, centro di accoglienza,
di preghiera ed è stata sede diurna per disabili.


I NOSTRI VOLONTARI

Dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 20 i volontari rispondono al telefono a chi ha bisogno di conforto, di preghiera o semplicemente di sentirsi meno solo.

IL NOSTRO

Progetto di Solidarietà


Scopri di più


Il Cireneo è un’associazione di volontari che operano in un piccolo “Centro d’Ascolto” per soggetti disagiati, disabili e malati oncologici.


L’associazione si avvale anche di figure professionali quali medici, psicologi, logopediste, dietiste, legali



Tali figure, all'occorrenza, offrono le loro consulenze mettendosi al servizio dei bisognosi.


CONTATTACI


Fundraising

Se volete contribuire a realizzare le nostre attività benefiche

I nostri Libri

Il Miracolo
di Padre Pio

Racconta la storia della malattia Di Matteo Pio Colella e della sua guarigione avvenuta per intercessione di Padre Pio. E' un diario che narra gli avvenimenti che vanno dal gennaio 2000 ai giorni prima della Santificazione di Padre Pio nel 2002 e le emozioni che li hanno accompagnati. Il libro ha vinto 11 premi letterari.

Le nostre
interviste


GUARDA

Che te ne fai della tua vita se non fai felice nessuno? Se non c’è qualcuno che si rallegri per te, che si apra alla gioia quando tu ci sei? E che te ne fai delle tue ricchezze se non servono a spezzare le catene della fame, della solitudine, dello sconforto, affinché qualcuno riprenda a sperare perché ora potrà mangiare, vestirsi, studiare, nutrire i suoi bambini? Se qualcuno ha incominciato a sorridere alla vita, a conoscere un po’ di felicità dall’ora in cui ti ha incontrato, allora tu hai liberato la vita da ulteriori spiegazioni, hai vinto il non senso, a questo punto puoi anche ritenere che la tua stagione è compiuta perché il tuo albero ha maturato i suoi frutti, puoi anche morire perché hai fatto di tutto per seguire la Sua parola. Andare a vivere il dolore dell’altro è la vicinanza incarnata inventata da Dio per venirci a salvare; la vicinanza è la residenza della compassione, lo spazio dove l’Amore può operare. Senza la vicinanza l’Amore è velleitario, è inutile, perché le ferite del prossimo rimangono aperte e scoperte, senza un po’ di olio che possa lenirle. Lo scopo della vita non è quello di arrivare in qualche luogo, sul posto, ma di arrivare vicino a qualcuno.

Giovanni Marini